Su questo sito segnaliamo nuove uscite di saggi di interesse geografico e alcune delle recensioni a questi saggi pubblicate sulla Rivista Geografica Italiana.

Vedere come una città

Di: Ash Amin e Nigel Thrift (a cura di F. Governa e M. Lancione) | Editore: Mimesis, 2020

Questo libro si colloca all’interno dell’ampio insieme di ricerche che si interrogano sulla città contemporanea, adottando una prospettiva centrata sul suo funzionamento e sull’organizzazione urbana. Più che il palcoscenico silenzioso sul quale agiscono attori e poteri, le città sono le reti socio-tecniche. Interrogarsi sul lavorio nascosto degli algoritmi, dei codici e dei sistemi socio-tecnici non ha però solo un intento interpretativo, ma si pone esplicitamente un obiettivo politico: la regolazione delle infrastrutture è infatti proposta come obiettivo principale dell’azione politica.

“Cos’è e dov’è la città? Se le città esistono come entità fisiche, sono comunque entità tentacolari che generano ogni tipo di influenza che si diffonde nel mondo. Benché l’idea di pensare le città come formazioni territoriali sia e resti prevalente, è uno sbaglio pensarle in questo modo. Qualunque sia la loro geografia, le città sono entità estremamente complesse, sono un intreccio di macchine, infrastrutture, esseri umani e non-umani, istituzioni, reti, metabolismi, materia e natura in cui l’unione è di per sé costitutiva della urbanità e degli effetti che da essa si irradiano”

A questo link la recensione del libro di uno dei due curatori, Michele Lancione.

Filippo

https://web.uniroma1.it/memotef/users/celata-filippo
Chiudi il menu