Il diritto alla città

Autore: Henry Lefebvre | Editore: Ombre Corte, 2014 (riedizione)
Il diritto alla città di cui ci parla Henri Lefebvre non esprime semplicemente la rivendicazione di bisogni essenziali. Esso si configura come una qualità specifica dell’urbano, che comprende la possibilità di sperimentare una vita urbana alternativa. “Il diritto alla città – scrive Lefebvre – si presenta come forma superiore dei diritti, come diritto alla libertà, all’individualizzazione nella socializzazione, all’habitat e all’abitare”. Tale diritto implica perciò una riappropriazione di tempi e spazi del vivere urbano, una ristrutturazione delle relazioni sociali, politiche ed economiche a partire da un drastico cambiamento nell’arena decisionale. La riedizione di questo libro, apparentemente lontano nel tempo, appare particolarmente opportuna in un momento in cui in molti si chiedono se stiamo assistendo a una nuova crisi urbana, e il concetto di “diritto alla città” è largamente utilizzato per provare a definire le rivendicazioni dei movimenti sociali urbani contemporanei.

Leggi Tutto »

Schermi americani. Geografia e geopolitica degli Stati Uniti nelle serie televisive

A cura di: Elena dell’Agnese e Fabio Amato | Editore: Unicopli, 2014
Le serie televisive sono state definite come la modalità di narrazione tipica della post-modernità. Nonostante il grande successo di pubblico, l’interesse crescente da parte di altri ambiti scientifici (come la sociologia o la semiotica) e la costante presenza da parte di settimanali e quotidiani, la ricerca geografica sui media non aveva ancora rivolto loro la propria attenzione. Il volume, frutto della collaborazione di una ventina di ricercatori e ricercatrici riuniti nell’ambito del Gruppo di Lavoro “Media e geografia”, si sforza di colmare questa lacuna. Sono analizzate le serie televisive contemporanee di maggior successo, nella loro rappresentazione della geografia urbana degli Stati Uniti, delle relazioni sociali del paese e del discorso geopolitico internazionale.

Leggi Tutto »

Confini e frontiere. La moltiplicazione del lavoro nel mondo globale

Autore: Sandro Mezzadra e Brett Neilson | Editore: Il Mulino, 2014
In Europa, in Asia, nel Pacifico, nelle Americhe, i confini e le terre che li circondano sono oggi scenario di forti tensioni, di lotte violente e di tragedie umanitarie. Basta pensare alle morti, spesso senza nome, dei migranti che vanno in cerca di un futuro sfidando le acque del Mediterraneo o il deserto tra Messico e Stati Uniti. I moderni processi di globalizzazione non hanno affatto creato un mondo senza barriere, e hanno anzi generato una vera moltiplicazione di confini. Il libro ne traccia l’intricata mappa, indagando gli effetti che tale dinamica produce sul lavoro, sui movimenti migratori e sulla vita politica.

Leggi Tutto »

Tra geografia e politiche. Ripensare lo sviluppo locale

Autore: Francesca Governa | Editore: Donzelli, 2014
A cosa serve la geografia? È una disciplina utile oppure no? Ed è l’utilità che può qualificare il valore del sapere geografico o bisogna piuttosto ragionare in termini di rilevanza sociale e politica? Questo libro discute il rapporto fra geografia e politiche pubbliche, concentrandosi sulla relazione fra processi dello sviluppo e territorio.

Leggi Tutto »

Geografia delle diaspore

Autore: Antonio Stopani | Editore: Aracne, 2013
Diaspora è un semplice sinonimo di migrazione internazionale? Si tratta di una tipologia particolare di movimento migratorio? Descrive un carattere etnico trasmesso in situazione di emigrazione? Sviluppando una prospettiva geografica, questo libro risponde a tali quesiti mettendo al centro dell’analisi i legami attivati consapevolmente dai migranti tra loro e l’elaborazione di una vicenda migratoria condivisa.

Leggi Tutto »

Neoliberalismo come eccezione. Cittadinanza e sovranità in mutazione

Autore: Aihwa Ong | Editore: La Casa Usher, 2013
Nell’accezione comune, il “neoliberismo” è un paradigma di governo economico-politico che sostiene la centralità del mercato e una forte limitazione dell’intervento dello Stato in campo economico. Aihwa Ong sfida questo modello, analizzando il Neoliberalism non come una dottrina monolitica ma come un insieme di pratiche governamentali, di dispositivi flessibili che possono essere adottati anche in presenza di poteri statuali forti.

Leggi Tutto »

Stati murati, sovranità in declino

Autore: Wendy Brown | Editore: Laterza, 2013
I più noti sono quello americano, gigantesco, che corre lungo il confine meridionale degli Stati Uniti e quello israeliano che si snoda attraverso la Cisgiordania. Ma di muri ve ne sono molti altri. Il Sud Africa del post-apartheid mantiene una barriera elettrificata di sicurezza lungo il confine con lo Zimbabwe. L’Arabia Saudita ha ultimato la costruzione di una struttura di pilastri in cemento alti più di tre metri sul confine con lo Yemen e sta per iniziare quella di un muro lungo il confine con l’Iraq. L’India ha costruito barriere che “murano fuori” il Pakistan, il Bangladesh e Burma e “murano dentro” il territorio che contende al Kashmir. La Cina sta murando fuori la Corea del Nord, ma anche i nord coreani stanno costruendo un muro, parallelo a un tratto di quello cinese, per tenere fuori la Cina. E altri muri stanno nascendo. Ma perché gli Stati-nazione manifestano una vera e propria passione per la costruzione dei muri? Cosa nasconde quella paradossale, dura, ottusa fisicità dei muri?

Leggi Tutto »

Costruire una nazione. Politiche, discorsi e rappresentazioni che hanno fatto l’Italia

A cura di: Silvia Aru e Valeria Deplano | Editore: Ombre corte, 2013
Che cos’è l’Italia? Che cosa significa essere italiano? E chi decide, poi, chi lo è o non lo è? Queste, in sostanza, le domande di fondo, per nulla retoriche nel rarefarsi dello Stato-nazione, a cui intende rispondere l’originale lavoro collettivo presentato in questo volume. Dall’inclusione delle terre irredente ai propositi di rigenerazione nazionale del fascismo, dalle politiche migratorie a quelle sull’immigrazione degli ultimi decenni, dagli anni del boom economico al consumismo degli anni Novanta del Novecento, lo Stato e la nazione assumono significati che vengono costantemente messi in discussione, ridefiniti e modificati in relazione a specifiche esigenze politiche, economiche e sociali del momento.

Leggi Tutto »