Su questo sito segnaliamo nuove uscite di saggi di interesse geografico e alcune delle recensioni a questi saggi pubblicate sulla Rivista Geografica Italiana.

Alpi ribelli. Storie di montagna, resistenza e utopia

Autore: Enrico Camanni | Editore: Laterza, 2016
Dalla leggendaria lotta di Guglielmo Tell, un filo sottile lega le terre alte alla tentazione della ribellione. In oltre settecento anni di storia, le ‘Alpi libere’ hanno avuto seguaci autorevoli e interpreti esemplari. Dagli artigiani eretici che si sacrificarono con Fra Dolcino, ai partigiani che fermarono i nazifascisti sulle montagne di Cuneo e Belluno, fino ai movimenti contemporanei contro il treno ad alta velocità in Valle di Susa. Questo libro raccoglie le storie di chi seppe disubbidire agli ordini, costruendo sulle montagne rifugi di resistenza, avamposti di autonomia e laboratori di innovazione sociale.

Leggi Tutto »

Geografia e letteratura. Piccolo manuale d’uso

Autore: Marina Marengo | Editore: Patron, 2016
Il volume di Marina Marengo presenta un contributo aggiornato sul rapporto tra geografia e letteratura, dopo le valide pubblicazioni di Fabio Lando (1993) e Maria De Fanis (2001) in Italia e i numerosi lavori prodotti a livello internazionale all’interno degli studi geografici di matrice culturale. Ciò che distingue il testo, oltre alla preziosa ricostruzione dell’approccio umanistico e geo-letterario in geografia, riguarda sia l’approfondimento di alcuni ambiti e aree di studio che possiamo definire marginali (le campagne, le isole, le frontiere) che la presentazione di casi di studio specifici, che rendono piacevole la lettura e concrete le riflessioni teoriche iniziali.

Leggi Tutto »

La geografia del racconto. Sguardi interdisciplinari sul paesaggio urbano nella narrativa italiana contemporanea

A cura di: Davide Papotti e Franco Tomasi | Editore: Peter Lang, 2014
Lo rappresentazione dello spazio urbano – nella sua complessa e multiforme variabilità – occupa un ruolo sempre più rilevante nella narrativa italiana dell’ultimo decennio, tanto da apparire spesso quale vero protagonista delle storie narrate. In questo libro si presentano alcuni studi di taglio interdisciplinare mirati a sondare, attraverso letture che incrociano i metodi della geografia umanistica e della critica letteraria, come la dimensione urbana venga prendendo forma in alcune esperienze letterarie; ad analisi di carattere comparato che abbracciano più autori e più aree geografiche si affiancano nel volume letture concentrate su singoli autori e singole aree geografiche, tutte però convergenti nell’intento di cogliere i rapporti complessi e rifratti tra territorio urbano e forme del suo racconto.

Leggi Tutto »

Geografie salgariane

Autore: Elio Manzi | Editore: Viglongo, 2013
Un omaggio al più grande e sfortunato scrittore di avventure italiano, perché Emilio Salgari fu, a suo modo, un notevole divulgatore di geografia nell’Italietta umbertina, povera di conoscenze territoriali interne e ancor più esotiche. Un divulgatore, forse involontario, ma più meritorio dei catechismi mnemonici scolastici di allora e di poi, che hanno fatto odiare la geografia a generazioni di italiani.

Leggi Tutto »

Piani sul mondo. Le mappe nell’immaginazione letteraria

A cura di: Marina Guglielmi e Giulio Iacoli | Editore: Quodlibet, 2013
Situate alla confluenza tra due diverse volontà di illustrare il reale, ovvero di codice iconografico e narratività, le carte sono piani d’azione dall’elevato potenziale immaginativo. Seguendo la loro comparsa nei testi letterari, il libro appronta un primo studio organico di tali durevoli innesti, in un ventaglio di esempi comprendente la transizione dai linguaggi cartografici medievali a quelli rinascimentali, testi chiave della teoria e della geografia culturale, classici della narrativa europea e italiana, romanzi della postmodernità e dell’orizzonte postcoloniale. La seduzione della mappa, le promesse di conoscenza e di potere incorporate dalle sue linee conducono gli scrittori a seguire il filo della fantasia, dando vita a trasfigurazioni accomunate da un’idea: rivendicare una visione personale della realtà, interpretare con acume e sensibilità i segni vari e dubbi nei quali si dispone la nostra percezione del mondo.

Leggi Tutto »
Chiudi il menu