Su questo sito segnaliamo nuove uscite di saggi di interesse geografico e alcune delle recensioni a questi saggi pubblicate sulla Rivista Geografica Italiana.

Categoria: Teorie e metodi

Rethinking life at the margins: The assemblage of contexts, subjects, and politics

Edited by: Michele Lancione | Publisher: Routledge, 2016
Experimenting with new ways of looking at the contexts, subjects, processes and multiple political stances that make up life at the margins, this book provides a novel source for a critical rethinking of marginalisation. Drawing on post-colonialism and critical assemblage thinking, the rich ethnographic works presented in the book trace the assemblage of marginality in multiple case-studies encompassing the Global North and South. These works are united by the approach developed in the book, characterised by the refusal of a priori definitions and by a post-human and grounded take on the assemblage of life. The result is a nuanced attention to the potential expressed by everyday articulations and a commitment to produce a processual, vitalist and non-normative cultural politics of the margins.

Read More »

Corpi, spazi, movimenti. Per una geografia della dislocazione

Author: Chiara Giubilaro | Publisher: Unicopli
Migrations, exiles and diasporas are the most significant event of our time. The world of today is continuously crossed by men and women who, with the weight of their bodies and the force of their impulses, challenge not only the frontiers of the states but also the confines of our theories and imaginations.

Read More »

Geografia e letteratura. Piccolo manuale d’uso

Autore: Marina Marengo | Editore: Patron, 2016
Il volume di Marina Marengo presenta un contributo aggiornato sul rapporto tra geografia e letteratura, dopo le valide pubblicazioni di Fabio Lando (1993) e Maria De Fanis (2001) in Italia e i numerosi lavori prodotti a livello internazionale all’interno degli studi geografici di matrice culturale. Ciò che distingue il testo, oltre alla preziosa ricostruzione dell’approccio umanistico e geo-letterario in geografia, riguarda sia l’approfondimento di alcuni ambiti e aree di studio che possiamo definire marginali (le campagne, le isole, le frontiere) che la presentazione di casi di studio specifici, che rendono piacevole la lettura e concrete le riflessioni teoriche iniziali.

Read More »

Ecologia e libertà

Autore: André Gorz | Editore: Orthotes, 2015
L’intento primario di questa nuova traduzione di “Ecologia e libertà” (1977) è quello di favorire il rilancio del dibattito italiano sull’opera del fondatore dell’ecologia politica André Gorz. E’ un libro straordinariamente anticipatore. In esso la crisi della natura non si pone come esterna all’economia, alla società, alla politica; ne è semmai il volto estremo, il sintomo inaggirabile.

Read More »

Geografia dei bambini. Luoghi, pratiche e rappresentazioni

Autore: Stefano Malatesta | Editore: Guerini, 2015
Nel pensiero geografico contemporaneo, è emersa con forza la necessità di isolare un ambito di lavoro indirizzato allo studio dei luoghi, delle pratiche e delle rappresentazioni che “costruiscono” le geografie dell’infanzia. La Children’s Geography si è affermata, innanzitutto, come un passaggio fondamentale per definire i bambini e le bambine non più come “individui in transizione verso l’età adulta”, ai quali fornire le coordinate per essere, un giorno, adulti capaci e responsabili, e, in seguito, si è convertita in uno strumento indispensabile per considerarli attori protagonisti dei luoghi che abitano tutti i giorni: la casa, la scuola e gli spazi pubblici. Questo libro si apre con la discussione del posizionamento intradisciplinare della “geografia dei bambini” e prosegue con un’applicazione dei principali nodi teorici della Children’s Geography ai luoghi che maggiormente influenzano l’esperienza spaziale dei bambini e delle bambine.

Read More »

Reflexive cartography: A new perspective in mapping

Author: Emanuela Casti | Publisher: Elsevier, 2015
Reflexive Cartography addresses the adaptation of cartography, including its digital forms, to the changing needs of society. It outlines a shift in our way of conceptualizing maps: from a plastic metaphor of reality to solid tools that play the role of agents, assisting citizens as they plan their own living place and make sense of the current world.

Read More »

Il diritto alla città

Autore: Henry Lefebvre | Editore: Ombre Corte, 2014 (riedizione)
Il diritto alla città di cui ci parla Henri Lefebvre non esprime semplicemente la rivendicazione di bisogni essenziali. Esso si configura come una qualità specifica dell’urbano, che comprende la possibilità di sperimentare una vita urbana alternativa. “Il diritto alla città – scrive Lefebvre – si presenta come forma superiore dei diritti, come diritto alla libertà, all’individualizzazione nella socializzazione, all’habitat e all’abitare”. Tale diritto implica perciò una riappropriazione di tempi e spazi del vivere urbano, una ristrutturazione delle relazioni sociali, politiche ed economiche a partire da un drastico cambiamento nell’arena decisionale. La riedizione di questo libro, apparentemente lontano nel tempo, appare particolarmente opportuna in un momento in cui in molti si chiedono se stiamo assistendo a una nuova crisi urbana, e il concetto di “diritto alla città” è largamente utilizzato per provare a definire le rivendicazioni dei movimenti sociali urbani contemporanei.

Read More »

Confini e frontiere. La moltiplicazione del lavoro nel mondo globale

Autore: Sandro Mezzadra e Brett Neilson | Editore: Il Mulino, 2014
In Europa, in Asia, nel Pacifico, nelle Americhe, i confini e le terre che li circondano sono oggi scenario di forti tensioni, di lotte violente e di tragedie umanitarie. Basta pensare alle morti, spesso senza nome, dei migranti che vanno in cerca di un futuro sfidando le acque del Mediterraneo o il deserto tra Messico e Stati Uniti. I moderni processi di globalizzazione non hanno affatto creato un mondo senza barriere, e hanno anzi generato una vera moltiplicazione di confini. Il libro ne traccia l’intricata mappa, indagando gli effetti che tale dinamica produce sul lavoro, sui movimenti migratori e sulla vita politica.

Read More »

Tra geografia e politiche. Ripensare lo sviluppo locale

Autore: Francesca Governa | Editore: Donzelli, 2014
A cosa serve la geografia? È una disciplina utile oppure no? Ed è l’utilità che può qualificare il valore del sapere geografico o bisogna piuttosto ragionare in termini di rilevanza sociale e politica? Questo libro discute il rapporto fra geografia e politiche pubbliche, concentrandosi sulla relazione fra processi dello sviluppo e territorio.

Read More »

Franco Farinelli. Del mapa al laberinto

Autore: Bernat Lladò | Editore: Icaria editorial, 2013
La geografía es el saber arquetípico de la cultura occidental: a partir de esta premisa Franco Farinelli recorre un camino fascinante a través de la historia de la geografía y de algunos de los hitos que jalonan el pensamiento occidental. Con su afán por representar el mundo, por dibujar sobre un plano el cuerpo esférico de la Tierra, los geógrafos habrían inaugurado la epistemología dominante en nuestra cultura. Desde Anaximandro hasta las actuales ciencias cognitivas, pasando por Ptolomeo, Brunelleschi, Kant o Heidegger, el paradigma cognitivo fundamental de Occidente procede de la proyección cartográfica. Un modelo que no solo ha configurado nuestra mente y estructurado nuestra cultura sino que ha producido nuestro territorio. Porque para Farinelli, el mapa precede al territorio.

Read More »
Chiudi il menu