Su questo sito segnaliamo nuove uscite di saggi di interesse geografico e alcune delle recensioni a questi saggi pubblicate sulla Rivista Geografica Italiana.

Anno: 2011

Cinema, ambiente e territorio

Edited by: Elena dell’Agnese and Antonella Rondinone | Publisher: Unicopli, 2011
It is well known that cinema is a fundamental vehicle in the construction of our geographical imaginations, in the elaboration of strong images of desired or feared places, of topophilias, of landscape stereotypes. Less analyzed is the function that entertainment cinema can play as a vehicle for ecological information, to raise awareness of environmental issues, as an educational warning for everyday practices. However, cinema is often inspired by environmental issues, emphasizes the fear of catastrophes related to this or that “natural” event, or presents potential future consequences due to the mismanagement of resources. But even when it does not put the environment in the forefront, cinema speaks of the environment,

Read More »

Urban Political Geographies. A Global Perspective

Author: Ugo Rossi e Alberto Vanolo | Publisher: SAGE, 2011
How can we think about the urban within a political and geographical framework? This compelling new textbook scrutinizes urban politics through a theoretical and empirical lens to provide readers with a clear understanding of the relationship between political, spatial and economic issues on the urban environment. Taking a truly global analysis, the book uses international comparative case studies from cities across the world including, London, Beijing, Austin and Vancouver. It draws on ideas and theories from human geography, politics, sociology, economics and development. Engaging in style and thorough in its coverage of the key issues, the book is essential reading for students and scholars looking for a book that deals with contemporary urban debates from a political, economic and geographical perspective. 

Read More »

Anarchici ed editori. Reti scientifiche, editoria e lotte culturali attorno alla Nuova Geografia Universale di Elisèe Reclus

Autore: Federico Ferretti | Editore: Zero in conduct, 2011
La critica ha spesso considerato l’opera maggiore di Élisée Reclus, la Nouvelle Géographie Universelle, come un lavoro meno interessante rispetto ad altri titoli della produzione reclusiana. Sui 19 volumi di questa geografia enciclopedica ha pesato a lungo il pregiudizio che si trattasse di un’opera poco significativa dal punto di vista politico, sospettata anche di “censura” da parte dell’editore Hachette. Questo libro mira a ricostruire la genesi di un’opera che si intreccia con la storia della fondazione del movimento anarchico, perché ha visto al lavoro Svizzera francofona degli anni 1870 e 1880 un’équipe di geografi che erano allo stesso tempo fra i principali animatori della componente antiautoritaria della Prima Internazionale. Partendo dall’analisi di corrispondenze inedite, questo libro vuole collocare la geografia universale di Reclus nel suo corretto contesto storico, politico e culturale, per coglierne il significato politico al di là delle necessità editoriali e contingenti. 

Read More »

Linee sulla terra. Confini politici e limiti fondiari in Africa subsahariana

Autore: Andrea Pase | Editore: Carocci, 2011
Le linee che ritagliano i territori statali e le proprietà fondiarie sono interpretabili come la materializzazione sul territorio di un dispositivo di controllo. In età moderna, lo stato e l’individuo proprietario trovano così uno strumento, estremamente utile ed efficace, in grado di definire e organizzare le relazioni di potere. Questo ordinamento della territorialità è trasferito dalle potenze coloniali sulle terre africane. L’incontro/scontro che ne nasce, fra modi molto diversi di concepire lo spazio, la territorialità della politica, le forme di appropriazione del suolo e delle risorse, è al cuore di questo lavoro.

Read More »

Città e regioni nel nuovo capitalismo. L’economia sociale delle metropoli

Author: Allen J. Scott | Publisher: Il Mulino, 2011
After the crisis in the industrial city, today we witness a revival of the big centers. Cities are renewed as places of cognitive economy and cultural industry: research, media, design, fashion, music. The economy of the metropolis has become more “social” because the new creative activities are based on thick networks of formal and informal relationships that develop in the urban environment. Transformations not without contradictory implications. The segregation of residences is strengthened and there is an increasingly strong social divide between high-income professionals, linked to new businesses, and low-wage service workers who see a strong presence of immigrants. Between economic dynamism and new social inequalities, the double face of the postmodern metropolis.

Read More »

Luoghi. La produzione di località in età moderna e contemporanea

Autore: Angelo Torre | Editore: Donzelli, 2011
Contrariamente a quanto si crede, i luoghi non sono contenitori inerti di legami e sentimenti. Sono costruzioni sociali e culturali frutto di una produzione continua da parte dei loro abitanti. La località è un ambito territoriale di pratiche condivise – modi di fare, di lavorare, di scambiare che creano dei diritti. Il loro godimento sta alla base di ciò che chiamiamo appartenenza, mentre la loro messa in discussione causa conflitti e dispute che rappresentano le fonti storiche principali per lo studio dei luoghi. Il libro esamina una successione di casi giudiziari relativi all’Italia nord-occidentale e a un tempo compreso fra il XVI secolo e i giorni nostri. Lo fa a partire dall’analisi di episodi di negoziazione dello spazio: tentativi diversi di ritagliare ambiti di relazioni e di diritti – luoghi – nell’insieme fluido e fragile delle relazioni interpersonali.

Read More »

Geografia e ricerca visuale

Autore: Elisa Bignante | Editore: Laterza, 2011
Le immagini plasmano il nostro modo di guardare e descrivere il mondo, e sono un ingrediente essenziale della conoscenza geografica. Attraverso le rappresentazioni visive la geografia ha costruito nel tempo modalità diverse per osservare e dar senso alla realtà dello spazio e del territorio. La ricerca visuale in geografia si concentra su alcuni percorsi di indagine aperti dall’utilizzo delle immagine fotografiche e dei video, analizzando nello specifico come, accanto alle forme geografiche tradizionali di descrizione, la fotografia e la videoripresa rappresentino canali privilegiati d’accesso sia all’osservazione e alla registrazione di informazioni sul territorio nella sua materialità, sia alla comprensione di come identità ed esperienze di tutti i giorni vengono costruite nello spazio geografico. Il volume presenta, in questo quadro, un insieme di metodologie per indagare il territorio e i fenomeni che in esso si dispiegano utilizzando le potenzialità offerte dalle immagini.

Read More »

L’engima del capitale e il prezzo della sua sopravvivenza

Autore: David Harvey | Editore: Feltrinelli, 2011
Da tre secoli il capitalismo plasma il mondo, sostentando e condizionando le nostre vite. Nonostante sia attraversato da ricorrenti crisi interne così profonde da mettere a rischio la sopravvivenza di intere nazioni, il capitalismo continua a espandersi, incontrastato. Scopo di questo libro è capire come ciò accada e se sia inevitabile che continui ad avvenire anche in futuro. Si apre con una ricostruzione dei fatti relativi alla crisi economica che da tempo attraversa il capitalismo finanziario globale e alle innumerevoli altre crisi che hanno contrassegnato il percorso del capitalismo dal secondo dopoguerra a oggi. Questa ricostruzione porta Harvey a porre un problema classico del marxismo: quello del carattere strutturale delle crisi che il capitalismo attraversa, uscendone trasformato ma anche consolidato e rafforzato. In particolare al centro dell’analisi c’è il problema della crescita illimitata.

Read More »

La geopolitica del Novecento. Dai Grandi Spazi delle dittature alla decolonizzazione

Autore: Mario G. Losano | Editore: Mondadori, 2011
La geopolitica esiste di fatto da quando esistono gli Stati. Ma fiorì come scienza nella prima metà del XX secolo e divenne uno strumento delle dittature di quegli anni; per questa ragione, dopo la seconda guerra mondiale, su di essa cadde il silenzio. Oggi la geopolitica ha riacquistato uno status scientifico e questo libro ne analizza la genesi prima e dopo la Grande guerra, l’ascesa e la caduta nelle dittature di Germania, Italia, Giappone, Spagna e Portogallo e, infine, la rinascita odierna. Il saggio si sofferma anche sulle vicende e sulle figure dei protagonisti della geopolitica: il coinvolgimento nazionalsocialista del generale e professore tedesco Karl Haushofer; la tragedia di suo figlio Albrecht, funzionario nazista e resistente; l’aviatore italiano Giulio Douhet, teorico dei bombardamenti a tappeto; lo storico spagnolo Jaime Vicens Vives, geopolitico nella tenaglia fra Repubblica e franchismo; il teorico brasiliano del meticciato Gilberto Freyre.

Read More »
Chiudi il menu